Una volta avrei passato una serata come questa a scrivere. Una volta

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una volta avrei passato una serata come questa a scrivere. Una volta

  1. musicamauro ha detto:

    IL BOCCIATORE

    Un’ultima lunga, profonda boccata
    e schiaccia la cicca.
    Dal fondo, i compagni si scansano appena.
    Il volto è disteso ma il corpo è tirato,
    racchiuso in se stesso, prepara lo sforzo.
    Occorrono scatto e violenza nel tiro
    che deve partire radente, mai alto.
    Un ultimo istante e poi l’uomo vola:
    tre balzi da gatto, la mano si apre
    e parte la boccia, come una palla
    sparata da un obice.
    Dentro quel tiro c’è tutto.
    Rabbia repressa di dorsi piegati
    su torni a revolver, sogni di calci
    piazzati nei denti alla guardia di turno
    che annota tutto: una sbirciata, due sbirciate,
    una parola, due parole, soffiato il naso,
    tolto una scarpa, stretto la cinghia, andato al cesso,
    è comunista? chi se ne frega! porca sirena
    perché non suona, che sia guasta?
    Il lancio è perfetto. La boccia rivale
    sembra spaccarsi in due, mille pezzi.
    Le grida di: – Bravo! campione! –
    sommergono insulti e bestemmie
    di quelli che giocano contro.
    Ghigna confuso e dice: – una volta…! –
    Lo dice col tono di chi ha vissuto
    migliaia di anni.

    Gipo Farassino
    ;-)

  2. CalMaFdd ha detto:

    La sera stessa, o al massimo il giorno seguente, avrei passato un po’ di tempo a leggere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...