In ordine

Sto mettendo in ordine i link. E’ una cosa che mi sembra senza senso, eppure la faccio. Vado in ordine alfabetico e sono arrivata alla “p”.  Non scrivo più (e leggo a malapena. Ogni tanto faccio scoperte tristi e troppo in ritardo. Tolgo i blog inattivi da anni ormai e li metto fra parentesi quadre, sotto. (Ho visto però che dovrò anche fare l’inverso, qualcuno ogni tanto riprende). Tutto questo lavorìo non solo perché non ho altro da fare – avrei sempre altro da fare. Forse mi dedico alla pulitura di queste foglie secche perché ormai da tanto non vado più a mettere in ordine la tomba di mio padre. Potrei togliere le foglie secche dal giardino, magari è più vitale, ma nel giardino volano zanzare vespe e soprattutto calabroni e a starci sola non mi fido. Oggi c’è il sole, finalmente. Questa è’ l’estate più malinconica che, a mia memoria, abbia mai passato. Più di quella di quando morì mio padre perché la morte vera non dà malinconia. Ho paura di molti dei miei pensieri. Figurarsi delle azioni.  Sono solissima e non c’è un motivo chiaro che mi riduce all’isolamento ma non rispondo nemmeno più alle mail. Però, ogni tanto, sento il bisogno di riprendere un apparente controllo. Così. Un riordino spudorato. Ieri mi son fatta tagliare un po’ i capelli, la frangia soprattutto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a In ordine

  1. alter ha detto:

    No, questa non è la più malinconica, per me. Però è quella in cui ho pianto parecchio, è quella in cui sto sentendo il tempo che se ne va e io qui a far (quasi) niente, quella in cui mi pare di dover prendere ancora altre decisioni e che sia importante, che ho paura di non avere tempo abbastanza, di sbagliare a calcolare, di aver troppa fiducia in me. Insomma, non un’estate facile, no. E poi sì, quella in cui anche io sento la solitudine: non mi pesa tantissimo, la sento come dato di fatto. Come dice Nanni: credo che sarà sempre in minoranza. (ora lo metto nel blog). Ciao Caracat.

  2. Pingback: una minoranza di persone | una pazienza selvaggia mi ha portato sin qua

  3. ange ha detto:

    così esce la faccia (dicono, quando si taglia la frangia) la ripresa delle azioni per molte donne comincia sempre con un taglio di capelli

  4. caracaterina ha detto:

    Sì, ange, sono anch’io una di quelle donne. A vedere la tua immagine, invece, tu non hai bisogno di tagliare :))

  5. ange ha detto:

    uh, mi sono stancata di arricchire il mio parrucchiere :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...