I can’t get no inspiration

Per esempio, adesso sto scrivendo, no? Ma non c’è ispirazione.  Semplicemente, se scrivo, è perchè c’è l’occasione, intesa come tempus : tempo, circostanza, opportunità (mia).  So dire meglio quando non scrivo: quando sono arrabbiata, o fortemente coinvolta. Quando c’è una mancanza e non una sovrabbondanza, quando la situazione è stringente (astringente) e priva di scioltezza. Allora no.

Scrivo solo se càpita che due-tre parole mi si incolonnino in un ritmo nell’intestino della testa e premano tanto che si tirano dietro anche le altre. Non è ispirazione. E’ un pieno che si riversa. E’ soddisfazione.

Se il ritmo di quelle due-tre parole si strozza lì, allora niente. Ci sono post che penso non scriverò mai. Corrispondono al vuoto sereno che si stende dietro al ritmo di frasi musicali come  Smoke gets in your eyes. Ma anche: Ma perché, proprio tu, proprio tu con quella faccia. Eppure mi piacerebbe che un giorno, dietro a questa testa di colonna, venisse un plot(one).

Ecco qua. Non ho potuto fare a meno di seguire un pessimesempio.

Sarei tentata di tenermi la palla. Ma no, la passo. 

 Placida signora,  Deli,  Floria, a voi!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in sensori. Contrassegna il permalink.

9 risposte a I can’t get no inspiration

  1. PlacidaSignora ha detto:

    Mi odi, eh? Confessalo che mi odi…;-D*

  2. Deli ha detto:

    :-) grazie, appena mi viene l’ispirazione… ;-)

  3. Floria ha detto:

    Questi giochini, sotto sotto, servono proprio ad allenare l’ispirazione. Fatto. ;)

  4. Effe ha detto:

    la mi scusi:
    E’ online il secondo numero di Buràn.
    Il viaggio è senza fine, perché non sappiamo dove termina la parola scritta: per questo è temibile.

  5. POP LIFE ha detto:

    chissà / forse il periodo storico, le occasioni e gli strumenti a disposizione forniscono una marcata sollecitazione ad abbandonarci smodatamente allo scrivere / ed io mi sento di affogare spesso nelle mie ed altrui parole, a prescindere dalla loro qualità, soprattutto quando si tratta di quelle che viaggiano nell’impalpabile di internet / a poco serve stamparle: sono comunque troppe / troppe da me a me e per me / non le so gestire e spesso mi ingrassano senza nutrirmi!
    analogamente accade con le immagini: / la nostra [ma quale?] è una comunità che erutta indiscriminatamente …è il suo fascino e la nostra condanna, probabilmente /
    in verità non mi trovavo qui per commentare, ma per ringraziarti del link al mio blog [tracciamenti.splinder], che però ha chiuso i battenti da poco / …se volessi, ma naturalmente è solo una possibilità e non un obbligo, esiste e resiste il sito di cui il blog costituiva una “costola”: tracciamenti.net /
    un brindisi alle amate parole [eh, si] od ai silenzi che corrispondono loro, capaci di portarci un po’ oltre quello che stiamo cercando di dire… / grazie per il link! /
    POPLIFE

  6. caracaterina ha detto:

    Grazie a te, POPLIFE, per l’avviso. Mi sa che non tolgo il link,comunque, perchè il blog è sempre lì, da leggere, almeno finchè non lo cancellerai tu. (E comunque, a me, in rete, sembra strano che ci si ringrazi per i link. Forse un giorno la spiegherò, ‘sta cosa, anche se, in fondo, ci ho girato intorno in diverse occasioni da anni).
    E grazie a Effe, per l’avviso suo. Leggerò Buràn appena potrò, che qui, in questi giorni, ci sta una buriana …
    Grazie pure a Floria, che da brava giocatrice ha rilanciato :)
    Deli, ispirazione o no, l’importante è che continui a scrivere.
    Placida, odi et amo, naturalment. Letto il tuo amorevole post, naturalment :)

  7. remo bassini ha detto:

    quando scrivo la scrittura, per me, è un’ossessione.
    quando scrivo una storia intendo, un romanzo, ché la scrittura in rete e quella giornalistica sono per me un’altra cosa: seria, ma non ossessiva-possessiva.
    se scrivo una storia io scrivo sempre, pensando.
    mi sveglio al mattino e mentre faccio il caffè penso alla storia. ecco, il pensiero della storia e la scrittura non s’incontrano perché poi, quando prendo il secondo caffè, e poi vado incontro alla mia giornata, mi sono abituato a vivere male, pensando a due cose: al lavoro, a fare la spesa, a pagare l’assicurazione e, allo stesso tempo, a pensare: pensare alla “mia” storia. così succede che verso le 23 ho a disposizione la tastiera dove riverso quel le mie ossessioni fino alle 5 del mattino; poi 5 ore di sonno che non è il solito sonno. capita che mi sveglio, che accendo il computer per aggiungere una frase, cambiarla.
    quando ho scritto il primo libro e poi il secondo mi portavo appresso anche un bloc notes, così da non dimenticare le cose “pensate” di giorno, magari mentre mangiavo, o guidavo (e quando sto scrivendo un libro mia moglie mi chiede sempre di non guidare: sbaglio strada, mi perdo, non do la precedenza; e lei mi dice “stai scrivedo vero?”); poi non più. Ho imparato a non dimenticare i pensieri, a farmi invadere dalle ossessioni. E il momento migliore è quando le libero queste ossessioni.
    (ed è la prima volta che la racconto questa cosa qua).
    un caro saluto

  8. Matteo ha detto:

    Io per scrivere?
    Niente a cui mi ispiri.
    Aspetto che ispiri,
    quello che ho scritto,
    qualcun altro.
    Prima che io spiri.

  9. caracaterina ha detto:

    Ecco, Remo, hai descritto quello che viene chiamato ispirazione. In realtà, sì, una pressione urgente con cui si impara a convivere, cedendole. Cioè lasciandosi trascinare da se stessi. E’ lì che vuoi andare, come puoi guidare la macchina per andare da un’altra parte?

    Matteo! Tu devi essere della serie: guida tu l’ispirazione (altrui) prima che l’ispirazione guidi te :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...