Orizzonti perduti

E pensare che da piccola, proprio la parrucchiera sognavo di fare!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in sensori. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Orizzonti perduti

  1. filosoffessa ha detto:

    Poi cos’è successo?
    ;)

  2. caracaterina ha detto:

    E’ evidente. Ho tralignato :)
    Probabilmente è proprio vero: che si è felici solo quando si realizza quello che da bambini si giocava a sognare. Boh!

  3. demetrio ha detto:

    chi di voi si ricorda “Davvero” che fu il primo esperimento di reality andato in onda su Rai 2?
    In quel caso si seguivano 5 studenti univesitari nella dottissima bologna. Non c’erano eleminazioni o altro, semplicemente si guardava.
    Uno di questi aveva scritto una canzone, dove c’era un verso per me memorabile: “tu non sei niente di speciale sei soltanto una parrucchiera”.

    d.

  4. Deli ha detto:

    io negata per la cura dei capelli (miei e altrui) hon però sempre pensato che a fare la parrucchiera ci vuole anche un’altra arte, per la quale sono altrettanto negata: la cura della conversazione: sono affascinata dalla capacità di parlare di tutto e di più di queste persone :-)

  5. giorgia ha detto:

    Anch’io! Mi piaceva, mi piaceva da morire… E lo dicevo fiera: “da grande voglio fare la parrucchiera.” E invece i capelli li taglio solo a mia figlia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...