Recita scolastica

Son talmente tanti anni che invecchiamo lavorando assieme, che la riunione di oggi sembrava un film di  Pupi Avati, a immaginarlo capace di dirigere donne e non i soliti quattro amici (magari ci fosse un Almodovar italiano).  Piano sequenza di  famiglia al femminile: un gruppo di  sorelle, cugine e amiche di casa, cresciute molto e molto insieme, comprese di rughe incipienti e di approssimative tinte al capello, come ogni anno  si dedica ai riti prepasquali nella grande cucina, sgusciando piselli,  lavando bietole ed erbette, pelando patate e rimestando composte. Chi si dà sulla voce,  chi confabula ricette e chi si accrocchia in capannelli temporanei di chiacchiere e consultazioni sul ripieno di annosi ravioli. Nessuna ascolta, troppo abituata al tono di voce dell’altra, troppo al corrente di disgusti e insofferenze, preferenze e prossimità.  Un chiacchiericcio attempato e riconosciuto, stizzoso e consolatorio fra gli avatar di noi stesse, a noi stesse identici da anni anche nei cambiamenti del corpo.  Dei maschi di casa, naturalmente nessuno osa affacciarsi, tranne quello che fa la parte del fratello scemo, prestamente cacciato dopo i soliti goffi  malestri,  giusto pari alle aspettative di tutti quanti gli attori in commedia, pubblico compreso.  Qualcuna, nelle pause, ha preso appunti per la prossima scena. Qualcuna esce con un po’ di sospiri per andare a fumare.  Stacco.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Recita scolastica

  1. PlacidaSignora ha detto:

    Preparazioni di torte pasqualine?
    (ti dedico il post sul Castello)
    :-*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...